Autore - Donatella Fiorini

Nuova classe di cannabinoidi

Un team di ricercatori italiani, guidati dal Prof. G.Cannazza (Università degli studi di Modena e reggio Emilia), continua a scoprire nuovi omologhi di THC e CBD. Si aprono così nuove strade per la cannabis in medicina con il THCH e il CBDH la molecola THCP ha dimostrato un’attività farmacologica anche 30 volte superiore superiore a quella del THC. La cannabis ha delle peculiarità uniche: cintiene più di 600 principi attivi (una rarità se pensiamo che ogni pianta ne ha uno solo). I 600...

Leggi di più...

PARLIAMO DI THC – tetraidrocannabinolo

Isolato per la volta nel 1964  dal dottor Raphael Mechoulam, il THC è il componente più conosciuto della cannabis. Possiamo dire che  è anche responsabile di molti degli effetti terapeutici della cannabis stessa. Il THC agisce principalmente sui recettori presenti nel cervello e anche se  i recettori dei cannabinoidi si trovano in tutto il corpo umano il THC ha tali forti proprietà psicoattive, pertanto, assumendolo avremo euforia, induzione al rilassamento, alterazione di immagini, suoni e sapori, ecc.Le ricerche mediche ci...

Leggi di più...

LA CANAPA: UNA PIANTA ANTICA!

La canapa (Cannabis) è una pianta a ciclo annuale, a fiore della famiglia delle Cannabaceae che germina in primavera e fiorisce in estate avanzata. In natura troviasmo: Cannabis Sativa, Cannabis Indica e Cannabis Ruderalis più diverse sottospecie. La distinzione fra Cannabis sativa (canapa da fibra) e Cannabis indica (canapa psicoattiva) ha generato una lunga discussione, per via anche delle implicazioni di natura legale associate all’impiego di questa pianta come droga psicoattiva. Generalmente la pianta ha un' altezza media di 1,5 –...

Leggi di più...